I sogni si avverano – Basta assecondarli

Il desiderio è l’inizio di ogni creazione

Oltre quarant’anni della mia vita spesi nel mondo della comunicazione e dell’arte con la consapevolezza di aver realizzato quello che desideravo. Posso considerarmi, senza esagerare un uomo fortunato, perché ho assimilato una passione per il teatro dal mio nucleo famigliare e l’ho realizzata attraverso il cinema, la musica, la fotografia in realtà.

Professionalmente nasco negli anni settanta, anche se ho diretto il mio primo spettacolo all’età di nove anni nella soffitta di casa e la magia del palcoscenico mi ha immediatamente rapito. Aiutavo mio padre nella gestione del Teatro Club opportunità molto importante per la mia crescita professionale ed umana che mi permise di ottenere una scrittura come aiuto regista per la pièce “La Roba” di Verga con Arnoldo Foà e Leda Negroni. Nel corso degli anni ho conosciuto, lavorato e studiato con persone ed artisti eccellenti, maestri, come, fra i tanti, Peter Brook, Carlo Cecchi, Carlo Cercello, Eduardo De Filippo, Giorgio Gaber, Jango Edwards, Federico Fellini, Vittorio Gassman, Lindsay Kemp, Giancarlo Sepe, Yves Le Breton, Emilio Lauria, Enrico Cogno, Julian Beck, Nicola Piovani, Paolo Poli e Armando Pugliese, i quali ognuno in modo diverso mi hanno dato qualcosa di speciale da cui poter trarre insegnamento.

Gli anni settanta

Gli anni settanta sono stati gli anni della costruzione quelli che mi hanno permesso di capire come sviluppare le mie qualità prima come Dj a Radio Sud, la prima radio libera a Catania con il nome d’arte “Michelino” per poi passare ad una nuova radio RTM ottenendo sempre ottimi ascolti fino alla collaborazione con il Gruppo organizzativo del McIntosh, discoteca che ha scritto la storia delle notti catanesi, dove ho debuttato con il mio primo spettacolo scritto, diretto e firmato da me Gran Spettacolo (dicembre 1977) . Dalla radio come conseguenza naturale arriva la televisione prima su Teletna e Telecolor come conduttore di spettacoli musicali per poi approdare in Rai e in varie televisioni libere.

Gli anni ottanta

Siamo negli anni ottanta e da qui inizia una vera escalation di realizzazioni e produzioni di spettacoli, sfilate di moda per nomi importanti come, ad esempio, Rinascente, Fiorucci, L’Oreal e Marella Ferrera in cui mescolo musica popolare, danza, teatro, cabaret e cinema.

La bellezza dei luoghi diversi e allo stesso tempo complementari ha suscitato in me un particolare potere attrattivo stimolando la mia voglia incessante di scoprire tutto quello che esiste oltre il mio orizzonte. Sono un viaggiatore, non solo fisicamente ma anche mentalmente e credo nel potere terapeutico dell’immaginazione che può e deve trasformarsi in realtà attraverso l’animazione per custodire la sua naturale energia.